Storia - Stranges Conserve Alimentari

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
Oltre 30 anni di grandi traguardi
Dalla campagna pugliese al mondo 
 
1984
Vede la luce la piccola azienda a conduzione famigliare che produce artigianalmente e distribuisce conserve a Km 0.
E’ il sogno della famiglia Stranges riscoprire e far conoscere gli antichi sapori della tradizione culinaria mediterranea.

 
 
 
In pochi anni la bontà e l’elevata qualità dei nostri Sottoli, della nostra Frutta allo sciroppo, delle nostre Olive ci hanno spinti verso un numero sempre crescente di clienti e volumi di produzione maggiori.

 
 
1989
La capacità di Stranges di unire tradizione a ricerca e innovazione (come nel caso dell’introduzione di un nuovo concetto di conservazione della frutta nel 1989) ci ha permesso di essere competitivi sul mercato con prodotti artigianali e rigorosamente italiani che hanno saputo conquistare velocemente l’interesse di operatori interregionali e nazionali. 

 
 
1994
Dalle prime partnership del 1994 con importanti operatori regionali, siamo riusciti nell’arco dei successivi 10 anni a far scoprire i nostri sapori all’intero territorio nazionale. 

 
 
2004
Per celebrare il 20esimo anno dalla fondazione siamo entrati nella Grande Distribuzione Organizzata.

 
 
2014
Non ci siamo fermati alla nostra Penisola e negli ultimi anni attraverso accordi con operatori dei mercati esteri abbiamo varcato i confini verso l’Europa e oltreoceano.

 
 
 
Nonostante i grandi passi Stranges ha mantenuto immutati i valori fondanti: continuaiamo a lavorare artigianalmente materie prime italiane nel rispetto dell’ambiente e nella valorizzazione del territorio, sempre alla ricerca di standard qualitativi alti attraverso la continua innovazione, ma senza rinnegare le ricette della tradizione.

 
 
OGGI
Stranges è una società forte, leader nella produzione artigianale di conserve alimentari. Distribuiamo in Italia e all’estero prodotti di alta qualità, competitivi sul mercato e lavorati con la stessa passione della piccola azienda a conduzione famigliare.
 
 
 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu